Ischia vista e raccontata da Ischitani

Ischia – Piano Liguori – c’è più vino che acqua

 

Foto di Simone De Sanctis

La foto di copertina è rappresentativa della filosofia di piano liguori ovvero: a piano liguori c’è più vino che acqua. sono stato lì con Ivano Di Meglio per andare a vedere la chiesetta di San Pancrazio la fortuna ha voluto che abbiamo incontrato un mio amico che ci ha mostrato la sua bellissima cantina, che vedete in foto, il suo vigneto gli animali etc, ammirando tutto questo ho capito che li su il tempo non esiste, non esistono gli stress della vita moderna, il cellulare non ha campo, siamo tornati 50 anni indietro…. un sogno.

Il mio amico non vuole essere pubblicato e quindi non ne rivelo l’identità, voglio comunque ringraziarlo per il regalo che ci ha fatto, ci ha fatto ammirare la vita di una volta, ed inoltre mi ha fatto piantare una vite di merlot, così ,con la scusa di andare a controllare come cresce, potrò godere di nuovo di quei panorami mozzafiato e di quel luogo senza tempo …. grazie.

Dopo un doveroso brindisi con il nostro amico, bottiglia di vino in mano, abbiamo proseguito il nostro cammino che ci ha portato fin quasi a mare attraverso un uliveto terrazzato eccezionale, quando abbiamo capito che la strada era finita ci siamo accorti di aver superato la chiesetta senza accorgercene e molto a fatica siamo risaliti per poi finalmente trovarla.

Fotografie di Simone De Sanctis – Piano Liguori – Ischia

 

Simone De Sanctis  collabora presso lo Studio Fotografico di Bruno Di Scala – Via A. Sogliuzzo ° 6 – Ischia – Telefono +39. 081.902717 web page – www.brunodiscala.it

4 Commenti
  1. Molto belle Simon !!!!

  2. grazie Anto e Gianni

  3. Piano liguori una dell mie mete preferite quando ero un mountain biker. Luogo magico e incantevole e come ben dici atemporale. Ricordo che dopo varie ore di salti, discese, salite e percorsi da Trial in bici, insieme al mio caro amico di avventure Massimo Lambitelli, incontrammo un simpatico e arzillo contadino. Fummo incantati dalla sua ospitalità, pane casalingo e manco a dirlo solo vino 🙂 acqua niente. Ci raccontava che in 80 anni di vita era sceso solo 2 volte ad Ischia Porto e 2 volte all’anno scendeva in paese a Campagnano. Stava troppo bene in quel paradiso incantato.
    Ci credo .. non vi racconto la discesa per rientrare a casa 🙂

    Simone Grazie
    una pubblicazione stupenda di un luogo magico, ottimamente ripresa con le tue bellissime composizioni.

  4. meravigliosamente magico.
    Complimenti

Rispondi

My work Restaurant Alberto

Archivi

Iscriviti con mail

Newsletter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: