Ischia vista e raccontata da Ischitani

Donna Soave – Ischia Fotografia

 

Foto di Gino Di Meglio

Le foto sono scattate con la mitica Pentax spotmatic f, una delle prime camere reflex 35 mm a montare gli obiettivi SMC (super multi coated); in particolare la mia montava il Super Takumar 50 mm f2,8, un’ottica eccellente . La pellicola utilizzata è la kodak tri-x 400 oggi non più in produzione sviluppata in d-76 un rivelatore ancora oggi molto usato. io lo diluivo 1+1 perché questa era la diluizione consigliata per la pellicola tri-x. Tutti gli scatti sono in luce ambiente senza l’ausilio di luci artificiali o flash. Per alcuni scatti, ad esempio quello con la luce della candela, ho “tirato” la pellicola ad 800 ISO per sfruttare al massimo la sensibilità della pellicola, ovviamente questo determina una caduta di qualità e l’aumento della grana, che tuttavia, nelle foto di donne, non disdegno.

Musica di Luigi Tenco – Lontano lontano –

clicca qui per ascoltarlo durante la visualizzazione della gallery

 

 Di Admin Mi permetto di aggiungere questa poetica emozione di Paola Casulli  

Sono seduta immobile al bivio decisivo di una giocatrice di scacchi per l’ultima mossa. Sono in silenzio. Perchè non so che dire, non so che mossa fare. Sono spiazzata. L’eleganza di queste fotografie, questo chiaro scuro, questa modella mi mettono a tacere. Siamo di fronte ad un punto divenuto linea, ad una linea divenuta orizzonte e ad un orizzonte, infine, divenuto mondo intero con i suoi farsi e disfarsi tra luci ed ombre. Nessuno di noi vorrebbe interrompere questa ardua partita di silenzi in cui le cose non possono essere più nominate, poichè ciò che esiste adesso, è lo sguardo assorto ed intenso di una donna in bianco e nero. Vorrei quasi toccasse a me muovere l’ultima pedina, ma contagiata da un’atmosfera ovattata ed antica, sono ammonita dal farlo. Chi parla qui, o chi muove, è un obiettivo che scorge il cielo del mondo negli occhi e nel corpo di questa donna.

P.

 

 

Donna Soave

 

 

 

 

10 Commenti
  1. @ Paola
    mi hai fatto venire la pelle d’oca, brividi emozionali hanno corso lungo tutte le mie membra.
    Paola Casulli ti adoro !!!
    Gianni

  2. Wow, grazie Paola, incantato!

  3. Sono seduta immobile al bivio decisivo di una giocatrice di scacchi per l’ultima mossa. Sono in silenzio. Perchè non so che dire, non so che mossa fare. Sono spiazzata. L’eleganza di queste fotografie, questo chiaro scuro, questa modella mi mettono a tacere. Siamo di fronte ad un punto divenuto linea, ad una linea divenuta orizzonte e ad un orizzonte, infine, divenuto mondo intero con i suoi farsi e disfarsi tra luci ed ombre. Nessuno di noi vorrebbe interrompere questa ardua partita di silenzi in cui le cose non possono essere più nominate, poichè ciò che esiste adesso, è lo sguardo assorto ed intenso di una donna in bianco e nero. Vorrei quasi toccasse a me muovere l’ultima pedina, ma contagiata da un’atmosfera ovattata ed antica, sono ammonita dal farlo. Chi parla qui, o chi muove, è un obiettivo che scorge il cielo del mondo negli occhi e nel corpo di questa donna.

    P.

  4. Grazie a tutti 🙂

  5. Direi… nostalgiche!! Grande Gino!!

  6. @Salvatore
    Concordo Maestro

    @ Gino – viste insieme sono una macchina del tempo, mi fanno vivere magiche atmosfere ormai “Lontane” di un tempo non mio. Bellissimo

  7. Magiche…. Intime ed eleganti anche nella luce e nella non-luce.

  8. Grazie Gianni

  9. Mi viene da dire solo…
    sensuale, fine, elegante, soave, artistica
    Grande Gino.
    Complimenti !!!

Rispondi

My work Restaurant Alberto

Archivi

Iscriviti con mail

Newsletter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: