Ischia vista e raccontata da Ischitani

I Volti dell’Isola – Ischia Arte

I VOLTI DELL’ISOLA

Foto di Emanuela Migliaccio

Immagini soggette a copyright. Riproduzione vietata.

 

Ambiziosa indagine nelle contraddizioni, energie e pulsioni che determinano ma anche solo attraversano l’agire umano, questa di Emanuela Migliaccio. Giovane fotografa ischitana di ignari o consapevoli personaggi in posa ricercata o spontanea, per un viaggio ed insieme sfida nella profondità della psiche umana.

Osservatrice puntuale della gestualità e della mimica, nei suoi ritratti la bellezza o piuttosto l’integrità di un’origine riaffiora con forza struggente. E di un’origine come remoto desiderio di intimità si tratta. In un quotidiano di ordinary things, di cui non si finisce mai di apprezzare la preziosità, si muovono i personaggi della Migliaccio: gli  abitanti di un’isola; donne e bambini che si stagliano, ora con salvifica ironica ora con delicata risoluzione, su un bianco e nero pieno di luce. Se nell’idea metaforica l’ombra è il dolore e la luce è lo splendore, negli scatti della Migliaccio non c’è questo contrasto dialettico. Tutto è ammorbidito e rilassato in una sorte di grande sintesi in cui i volti di ieri e di oggi insieme ai sentimenti come la passione, l’allegria, lo stupore, occupano lo spazio di una ricerca antropologica mai affettata, manieristica o retorica. Insieme ai ritratti che guardano alla memoria o alla purezza di una stagione, le mani. Di bambini che trattengono una piuma, ma anche di uomini e donne che stringono un rosario o un fascio di erbe medicamentose. Tralasciando l’avventura metafisica di una fotografia delle idee, Emanuela Migliaccio privilegia la celebrazione di quelli che sono da sempre gli elementi costitutivi di una civiltà contadina perduta, di tradizioni come frammenti di quell’isola che viene ripensata e trasfigurata. L’isola, certo. L’isola di Emanuela è forse appena intuibile, solo appena percettibile. Ma non il mare che acquista particolare vigore in alcuni scatti che restano indelebili nella memoria e che dal contingente quotidiano ci trasporta nel trascendente assoluto. E la Migliaccio lo fa con la leggerezza priva di quella retorica aspirazione al sublime. Come dire, insomma, che Emanuela Migliaccio, nell’uso raffinato della macchina digitale, produce una fotografia certo meditata, elaborata, pensata. Eppure risulta diretta, fresca, senza manipolazioni di sorta né di tipo concettuale né di tipo tecnologico con l’utilizzo di software che ne alteri il risultato iniziale.

Una fotografia della memoria, del presente ma anche e soprattutto del futuro dove non si reinventa nulla ma semplicemente si racconta.

Leonardo Sciascia insegnò ad un altro grande siciliano come Ferdinando Scianna, celebre fotografo di Bagheria, che la fotografia è solo la possibilità di un racconto della vicenda umana. La fotografia non dimostra ma mostra soltanto il “teatro della propria esistenza” attraverso le vicende di uomini e cose intorno a se stessi. Non si documenta e non s’inventa. La fotografa Emanuela Migliaccio rende  il concetto dello scrittore perfettamente visibile in questa fusione, concreta ed illuminata, tra il volto come sguardo e pensiero e le mani come agire e azione.

Non c’è una cadenza nostalgica per un tempo distante, per un’isola lontana o scomparsa. Il linguaggio della Migliaccio attraversa il prisma della memoria così come disegna il futuro di chi comunque resta forte di un sentimento di identità mai amputato, mai rinnegato. Non c’è un ritorno impossibile perché non si è mai andati via; si è lì, si nasce lì a raccontare l’isola e il destino di appartenerci. Per dirla con John Barnie, poeta gallese, “perfino il mare c’è ancora, scuote i ciottoli e li sveglia nella sua culla inquieta”.

Paola Casulli

Emanuela Migliaccio su Facebook

Luogo di scatto Ischia

cerca anche : foto, donna, fotos

 I volti dell’Isola di Emanuela Migliaccio

 

 

7 Commenti
  1. grazie a tutti…..;))))))

  2. una fotografia schietta senza contaminazioni ! essenziale!!!! arrivederci a presto per scoprire le altre meraviglie della vostra mitica Ischia. zri

  3. @Paola Casulli – continuo fermamente nella convinzione che tu sia un ” Preziosa Gemma “. Leggerti è più di una meravigliosa orchestra. Sono senza parole . Bravissima !!!

    @Emanuela Migliaccio – Ci conosciamo dal 13 ottobre scorso, bhè già la mattina presto del 14 ottobre avevo intuito del ” tuo meraviglioso, intrigante e sensuale occhio ” 😉 Bravissima !!! una serie fotografica stupenda.

    Dolci fanciulle Ischitane è un’onore avervi qui.
    Grazie
    Gianni Matetra

  4. Le foto già dicevano tutto, descriverle in questa maniera hanno ulteriormente accresciuto la loro forza.

  5. Brava Emanuela, i tuoi scatti sono fuori dal comune e sempre una sorpresa. Complimenti a Paola per il testo

  6. grazie Paola….Grazie a te Gianni….per la vostra fiducia…non riesco a scrivere di più….Emanuela

Rispondi

Log in with Facebook




Forgot?
Registrati

My work Restaurant Alberto

Archivi

Iscriviti con mail

Newsletter

Facebook login by WP-FB-AutoConnect
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: