Ischia vista e raccontata da Ischitani

La vita è bella …. “Facimmc na risat!”

Ecco l’ultima modifica 🙂

Ho ritoccato la foto grazie ai vostri suggerimenti. Così è molto meglio a voi piace?

Spiaggia dei Pescatori, gruppo di anziani tra cui questo simpatico signore con questa bella risata.

CANON EOS 400 D F/9 ISO 400 FOCALE 135 MM OBIETTIVO 55.250

12 Commenti
  1. 🙂 Sapete cosa ho capito da questo articolo…… che mi ci vuole proprio una lezione sul bianco e nero.
    Gianni grazie per la tua accortezza farò un ulteriore modifica.

  2. Molto bella e gioiosa

    grazie a tutti ragazzi 🙂

    ps: eventualmente chiudere anche un po i grigi

  3. è un’altra cosa! ha più profondità. si, mi piace. 🙂

    vediamo cosa salta fuori dopo l’ulteriore dritta di Ivano….

  4. Ciao Umberto,
    vedo che hai aumentato il contrasto. Va meglio anche se, secondo me, si dovrebbero aprire i bianchi per far far si che l’immagine non risulti troppo grigia. Prova: su photoshop: immagine, regolazioni, correzione colore selettiva, bianchi, e poi regola i valori di bianco del frame. Buon divertimento 😉

  5. No! Umberto, la foto è bella! Scuriscila un po’… tutto qui. 😉

  6. Con quegli accorgimenti esce una bella foto…un bel momento colto 😉

  7. Insomma non è andato benissimo

  8. Ah già… le dita della mano destra. Peccato!

  9. Concordo con Paola,
    l’immagine è un pochino piatta!!! Io la avrei contrastata molto di +.
    E’ molto grigia….avrei dato più neri e poi aperto i bianchi e , se prp devo essere pignolo, avrei evitato in fase di scatto
    il taglio della mano in basso!!! Spero di esserti stato utile 🙂
    Ivano

  10. 🙂 grazie a te per questa condivisione!

  11. Ecco cosa mancavano i neri e i grigi ….. infatti guardavo questa foto e dicevo sempre…ci manca qualcosa …. ci manca qualcosa…. be allora la devo ritoccare… Grazie per i versi poetici e per l’accortezza tecnica 🙂

  12. Umberto, la foto è bella…. “La più perduta delle giornate è quella in cui non si è riso”. (Nicolas de Chamfort) … e tu in questo scatto hai trasmesso proprio questo: quel senso della vita che, fellinianamente parlando, altro non è che semplice e innocente ammissione dell’esigenza di condividere con gli altri le proprie ansie e le proprie intuizioni, ma anche i propri sogni. Tutto arricchito dall’ironia e dal sorriso che mai dovrebbero mancare, anche se siamo costantemente obbligati inconsciamente a meditare sul senso ultimo del nostro presente…
    Per quanto riguarda la foto in sé lo sai io non sono un’esperta. Posso solo dirti, dal punto di vista puramente estetico, che mi sembra manchino i neri! Troppi bianchi e grigi. Cerco di immaginarla (la foto) con qualche spruzzata di scuro dietro i capelli del signore che ride per far risaltare maggiormente la sua folta capigliatura canuta; un po’ di ombra anche sulle mani che sembrano continuare a raccontare ciò che dicono gli occhi e le labbra atteggiate in quel sorriso sardonico…così come sotto la barca in primo piano…. penso che un maggiore b/n avrebbe dato più intensità allo scatto che comunque, ripeto, è davvero una bella iniezione di buon umore!

    Bravo!

Rispondi

Log in with Facebook




Forgot?
Registrati

My work Restaurant Alberto

Archivi

Iscriviti con mail

Newsletter

Facebook login by WP-FB-AutoConnect
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: