Ischia vista e raccontata da Ischitani

Red little bycicle

Foto di Giorgio Di Iorio

Spesso i colori di questo mondo sono offuscati dalle notizie che ogni giorno apprendiamo dai vari media. Insomma un mondo troppo contorto, dove la malvagità e la cattiveria sono sempre in prima linea. Ma c’è una luce sempre accesa, che ci dona sorrisi e speranze e questa luce sono i bambini. La loro innocenza è probabilmente l’ ingrediente più genuino che ci sia tra noi umani. Ci aiuta a stare bene con noi stessi e appunto con il mondo intero regalandoci momenti di gioia e soprattutto tanta speranza in un fututo sempre migliore e possibilmente a colori.

Le mie foto su Flickr : Gioischia – Giorgio Di Iorio

18 Commenti
  1. Peace & Love 🙂

  2. Gianni Mattera Risponde –  Gio In primis Buona
    Guarigione
    :)
    di cuore –

     

     

    In precedenza ci fu l’originale che avevo postato, che
    secondo Gianni necessitava di maggiori contrasti riguardo cielo e terra. Quindi
    vai di post produzione… fatta male da me, fatta con superficialità dovuta alla
    fretta. Me ne sono accorto dopo purtroppo…

     

     mica ti ho obbligato a lavorarla la foto
    :)
    e non
    è la prima volta che ti dico la mia su come vedo un tuo ( e non solo di tutti )
    lavoro una tua composizione. Sai bene il perchè, discuterne e crescere insieme
    ……    

     

    Ma a questo punto non era meglio tenere l’originale e
    discutere sui ma e sui perchè dello scatto fatto da me?

     

     è quello che ti ho subito detto su faceeebook , ma
    evidente non leggi , è talmente palese:) ……. comunque ancora non hai rilevato il
    mistero … 
    Io sono o non sono un tiranno con la P38 che ti obbliga a postare le foto che
    dico io????

     

    E sentire tutte le critiche tecniche (a cui ci stiamo
    troppo attaccando tutti, dimenticando che la fotografia è un attimo!!!!)
    Scusate, ma per me la fotografia è un hobby, non un lucro, quindi a volte me ne
    frego della tecnica, sia chiaro per tutti. Non voglio maestri e professori a
    cercare sempre e poi sempre spiegazioni super-tecniche. Se questo può risultare
    dannoso per il blog allora mi faccio da parte.

    Giorgio non è dannoso assolutamente, ma se condividi una tua foto pubblicamente , ti metti in gioco e quindi devi anche ascoltare i pareri altrui 😉 … poi riguardo i commenti io e te ne abbiamo parlato tantissimo e conosci bene il mo pensiero

    Ma attento Gianni a quello che pubblichi (vedi ultima).
    Io questa immagine l’ho già trovata su google tante volte




    http://www.google.it/search?q=lacrima&hl=it&safe=off&site=webhp&prmd=imvns&source=lnms&tbm=isch&ei=XgXOTonPNMPJswbVz8TRDw&sa=X&oi=mode_link&ct=mode&cd=2&ved=0CBgQ_AUoAQ&biw=1920&bih=912#q=lacrima&hl=it&safe=off&sa=X&sig=108984869289433215024&tbs=simg:CAQSEgnpI-JcwTltAiFPE_1o1oJEotQ&tbm=isch&iact=hc&vpx=401&vpy=191&dur=1052&hovh=194&hovw=259&tx=114&ty=290&ei=SgbOTu6WMc_EtAbnh6C7DA&page=1&tbnh=149&tbnw=210&ved=1t:2220,r:1,s:0&bav=on.2,or.r_gc.r_pw.,cf.osb&fp=b596338a25a2e06b&biw=1920&bih=912..
    .

     

    Grazie infinite provvedo !!!

     

    Sulla mia pagina di flickr


    http://www.flickr.com/photos/gioischia/

    c’è l’originale, immagine riportata dal raw al jpeg e desaturata a parte il
    rosso. Come post produzione un filo di contrasto e nitidezza in più,
    nient’altro. Comme mamma reflex l’ha fatta!!

    Altra cosa, sono d’ accordo nell’aggiungere testi alle
    immagini, per accompagnarle e non farle rimanere spoglie… ma ritorno a dire che
    le parole vengono saltate, non si commentano. Quello che interessa è la tecnica
    dello scatto. Non ho altro da aggiungere, se vuoi ti mando l’originale, così lo
    pubblichi e vediamo quali accorgimenti si possono attuare perchè alla fine
    sarebbe aperta a tutti l’immagine e non solo a te e a me che l’abbiamo discussa
    prima di pubblicarla conciata male ripeto, da me.

     

    Grazie infinite provvedo !!!

  3. Dopo una lunga telefonata con Elio ci siamo
    chiariti a vicenda. Per non prolungare oltre questa “ormai” inutile questione,
    vi dico che la mia stima nei suoi confronti è immutata. Ne risulta un disguido,
    una incomprensione, che solo l’autore può spiegare.
    :)

    A questo punto mi rimando all’ultimo interrogativo “”?? “”"
    Giorgio Di Iorio > in merito alle tue parole di
    sopra ( che cito ) ” Qui su richiesta di Gianni ho ricreato situazioni che
    però non hanno reso bene purtroppo. L’immagine originale invece era sincera e
    genuina, come il mio scatto furtivo l’ha “rubata”…:)

    Potevi tranquillamente pubblicare il file originale se questo non era di tuo
    gradimento, Io forse ti ho obbligato a pubblicare questo ??? come ti ho
    suggerito nel messaggio di faceebook ( e riportato di sopra ), potevi farlo
    anche in un secondo momento con tutta calma
    ;)
    o no ??

  4. Devo essere stato travisato, non voglio arrivare da nessuna parte, solo che leggendo alcuni commenti mi sono sentito di scrivere ciò che pensavo.
    Come tu (od in questo caso Admin visto che hai ritenuto opportuno rispondermi da tale) dici di fare “Ciò che ti pare” lascia che io possa esprimere ciò che penso, se ho sbagliato nell’interpretare la cosa chiedo venia.
    Già l’Italia stà andando a rotoli poi, se una persona non può nemmeno esprimere la propria opinione su di un blog pubblico e ripeto pubblico per quanto tu l’abbia creato di questo me ne rammarico.
    Ti ho già detto privatamente al telefono giorni fa che adoro questo blog e che è sempre aperto nel mio browser, non vedo appunto come io possa danneggiarlo.
    Ti auguro perciò buon lavoro.
    Un saluto a tutti sperando che si sia risolta la questione.

    Elio

    ****************


    Admin
    Risponde:


    Elio –  
    so che ami il blog e ti ringrazio per questo  …….. MA


    Evidente
    !!! che hai fatto capire altro.


    Qui puoi
    dire tutto ciò che vuoi, ma non puoi insinuare niente !!!! ciò che recepisco
    dalle tue righe, sono sottili e raffinate provocazioni 🙂   


    se hai dei
    dubbi e vuoi chiarimenti, informazioni riguardo al blog,  esistono le Mail, i
    msg etc.  parlare di certe cose sul blog significa confondere le idee a chi
    legge, significa insinuare sul mio operato.


    Mi sbaglio????


    Avrei
    trovato la tua perplessità molto più elegante, seria e costruttiva se inserita
    in un messaggio privato. Se non sai i meccanismi del blog e delle pubblicazioni
    ( e vuoi chiarimenti ), non insinuare niente in pubblico, mi chiedi in 
    privato,  fai una tua  valutazione e dopo Commenti  sul blog, e non ti avrei
    detto niente.


     Non puoi
    insinuare che obbligo gli autori a modificare le loro foto, e pubblicare quello
    che decido io, è FALSO. Assolutamente FALSO.

    **************************

  5. Ciao a tutti per quanto riguarda le mie foto….ho chiesto io a Gianni il suo aiuto perchè ho problemi per la post…..Ma per qualsiasi decisione Gianni ha chiesto sempre il mio parere prima della pubblicazione….scusate sentivo di scrivere queste due parole….

  6. Si sta gettando una brutta luce su questo Blog,
    non vera e insinuante. Mi dispiace …..

  7. Non c’è bisogno (nel senso scherzoso del termine) “cazziare” o non pubblicare le foto, basterebbe un minimo di collaborazione da parte di tutti, eventualmente si poterebbe anche aspettare il giorno dopo per la pubblicazione, facendo presente che serve anche la descrizione e non solo la foto…. della serie “per chi è de coccio” come dicono a Roma.

    Admin Risponde:

    Parole Sante

     

     

  8. Ciao Gianni, ho letto e riletto la comunicazione per autori molte volte da quando mi hai fornito gentilmente le autorizzazioni per postare foto in questo bel blog, niente da dire in merito.
    Riguardo il “costringere” gli autori, non l’ho messa in questi termini, solo che leggendo le parole di Giorgio e precisamente cit. “L’immagine originale invece era sincera e genuina, come il mio scatto furtivo l’ha “rubata” fine cit., ho colto un certo rammarico nelle sue parole e che avrebbe preferito vedere postato quello che aveva scattato in origine.

    *****************************

    Gianni Mattera Risponde :
    Essendo molto importante per
    la mia trasparenza e serietà nei confronti di chi legge questo blog, riporto il copia
    incolla di un mio messaggio privato a Giorgio Di Iorio dopo la sua
    pubblicazione. Lui ha deciso di postare questa foto, lui ha modificato questa
    foto. Elio non capisco dove vuoi arrivare…..

    Il messaggio A Giorgio di Iorio

    " Un consiglio se mi permettti sui contrasti hai fatto
    un buon lavoro ma lo sfondo mare cielo si è un filo impasticciato, ma cosa
    importante si vedono ben grandied evidenti i contorni bianchi sui lampioni, sul
    lavoro dei livelli, ti consiglio per non aver fretta metti la precedente
    versione e con calma ti lavori questa . altrimenti a mio personale parere
    l’altra è ok, era solo un palese e istintivo migliorare.
    ;)"

     

    *****************************

    Altra situazione fu quando si ebbe a commentare la foto del Castello riflesso nell’acqua (foto di Ivano), in entrambe queste due situazioni hai provato a suggerire un tuo modo di vedere gli scatti e ne è nata qualche “incomprensione”, tutto qui.

    Riguardo l’ esempio che mi hai fatto sulla foto di Kima, calza per l’altro appunto che avevo fatto riguardo i commenti, certo non hai modificato nulla o chiesto di farlo come giustamente ribadisci, ma la parte riguardante le capacità e l’attrezzatura del fotoamatore potevano essere da te fatte nell’area di commento e lasciare solo la descrizione ed i dati dello scatto in calce alla foto, se mancanti, prima della pubblicazione avrei chiesto esplicitamente all’autore di fornirli, come è scritto nel “regolamento” (che sottoscrivo in tutti i suoi punti).
    Potrei fare qualche altro esempio a riguardo ma credo che al momento non serva a molto, magari potremmo parlarne in un prossimo piacevole incontro.
    *****************************

    Admin Risponde :

    Elio ma ti da fastidio se scrivo sotto le foto ???? 
    Bhe Necessita, presento autori, collego poesie con foto, aggiungo dati mancanti
    dell’autore stesso, pubblico a nome di chi non sa usare wordpress e molto altro.
    Tutto questo se si parla di Editing non lo si puo fare sotto i commenti ma nel
    Body dell’articolo. Ma cosa importante, " Faccio cio che mi pare" 😉  penso di essere stato chiaro.

     

    *****************************

    Ho capito la tua posizione riguardo la visibilità della tua “creatura” che porti avanti con tanta passione e spero (anzi ne sono convinto) tu faccia lo stesso nel capire anche la mia.
    Colgo quindi l’occasione per ribadire a tutti gli autori, quanto detto da te nell’inserire quanti più dati possibili a supporto della foto per le questioni sopra esposte ed per facilitare l’admin nel portare avanti questa bella realtà.
    Scusate se mi sono dilungato troppo ed anche nell’eventualità di aver commesso qualche errore nell’esporre il mio pensiero.

    Elio

    *****************************

    Admin Risponde:

    Parole Sante

     

     

    *****************************

  9. @ Giorgio
    allora un fantastico f/4 😉 va bene lo stesso, basta che lo sfondo no sia dettagliato ed abbia un minimo di sfocato per non distrarre l’occhio dal concetto ( sempre mio personalissimo parere ).
    Per quanto riguarda la post produzione, se mi invii il file posso meglio esternare il mio pensiero. La motivazione a suggerirti di contrastare cielo è mare, scaturisce dal presenza del dettaglio. Visto che c’è usiamolo meglio, piu contrasto + tridimensionalità, chiaramente non sono regole inventate da me. Comunque forse non si è capito, ma mi piace anche così 🙂
    Lo scrissi lo scorso anno, proporre e accettare pareri fa crescere. Io grazie alla tua composizione e ai nostri colloqui in merito. Sono già allenato al 60% per una situazione fotografica simile 😉

    @ Elio ( non te ne voglio ) ma … leggi
    In primo luogo io non costringo mai gli autori a modificare i loro lavori, e Giorgio mi è testimone( è stato il primo con Gino Di Meglio a pubblicare sul blog ). In questo caso specifico, come naturalmente si fà in ogni community fotografica del mondo ( altrimenti non avrebbero motivo di esistere ) ho esternato un parere sulla foto. Semplicemente detto che se si contrastava lo sfondo la vedovo più armonica (punto), evidente che Giorgio si è incuriosito e ha provato. Tutto qui 😉
    Ti linko una foto di Kima Kori http://www.nostraischia.it/fotografia-non-solo-ischia/vita-perdono-ischia-fotografia-mano-acqua/8485/ così vedi la mia onesta, una foto come mamma fotocamera l’ha fatta, mica l’ho modificata no assolutamente.

    io accetto tutto ciò che “emoziona”, ed ha buon gusto, e dico tutto, anche se sono fotomontaggi, disegni, quadri, insomma l'”ARTE” = EMOZIONE. Incluse foto con errori.

    Prima di leggere il seguito leggi qua – Comunicazione per gli Autori Punto 5) http://www.nostraischia.it/comunicazioni-autori/
    5) Gli articoli saranno visionati, e necessariamente cambiati o cancellati se non pertinenti, provocatori e volgari, anche dopo la pubblicazione. Non devono contenere link esterni attivi, tranne se fatta richiesta per scambio link, ma potete inserirli tranquillamente come testo.
    Per i fotografi So bene che le foto devono parlare da sole, è la prima cosa che imparai sulla Fotografia, ma per rendere utili i vostri lavori fotografici:
    Si ha l’obbligo: di inserire un personale commento alla foto, anche breve ( non pubblicato in precedenza sul web ), e il luogo della composizione ( esempio pineta di Fiaiano pomeriggio etc. pensiamo sempre di dare indicazioni utili ai turisti che visitano il blog ). I dati di scatto, non sono obbligatori ma graditi anche se non completi. Purtroppo i nuovi algoritmi dei motori di ricerca renderebbero vano il nostro lavoro, se non rispettiamo queste regole. Mi dispiace ingessare alcune libertà, ma è necessario.

    Spesso e volentieri gli Autori Pubblicano e mi inviano il materiale senza un loro testo, un personale commento al momento colto, un turista che viene sul blog non sa neanche dove è stato scattata la foto . Il blog nasce sopratutto per far vedere una Ischia diversa dai soliti format del web ( leggi qui la mia Idea e progetto http://www.nostraischia.it/la-nostra-ischia-idea-e-progetto/ ) visto che ho investito risorse (di tempo ma tante, tante ore ” tutto questo l’ho fatto da solo” oltre quelle economiche, per comprare spazio sul server e widget ) il blog non ha motivo di esistere se non ci sono testi. Se facciamo tanta fatica e ci vedono 10 persone che cavolo lo facciamo a fare?
    Ti spiego se non sei in ottime posizioni sul motore di ricerca di Google è inutile perdere tempo a postare bellissime e stupende foto, se poi nessuno le vedrà. MI sbaglio ???
    Detto questo ho studiato il SEO di google, ed ho deciso che sul nostro Blog è obbligatorio inserire testi!

    Così per mia cortesia, gratitudine, sensibilità e gentilezza e garbo nei confronti degli autori, non li cazzeio e non elimino la loro pubblicazione ma mi metto come un “mamozzio” e scrivo sotto le loro foto;)
    OKs?

  10. E allora che si postino solo le immagini originali come vengono inserite dall’autore, Gianni non me ne volere, so che questo blog è una tua creazione e ci tieni che venga valorizzato il massimo possibile ma, se un autore vuole condividere con tutti una propria immagine è giusto che la inserisca come “lui” l’ha previsualizzata e portata a compimento.
    Chiedere ad un autore di modificare uno scatto secondo il tuo modo di vedere (composizione, postproduzione etc) a me personalmente non piace molto, così come non piace l’aggiungere commenti personali subito sotto la foto nella descrizione e non nella relativa sezione di commento e risposta (questa).
    Queste sono mie impressioni personali, poichè non è la prima volta che leggo di questi “qui pro quo” e spero che vengano prese come tali, senza risentimenti e rancori, ma come un semplice e cordiale scambio di pareri.

    Elio

  11. Gianni avresti sfocato con un fantastico 2.8 se avevi (o avevo) la lente giusta… 😉 Qui è un f4 a iso 400 scattato a 200mm con 1/125 di tempo.

    Per quanto riguarda la post produzione è chiaro l’errore del contorno lampione, io che di post produzione cerco sempre di farne meno possibile… Qui su richiesta di Gianni ho ricreato situazioni che però non hanno reso bene purtroppo. L’immagine originale invece era sincera e genuina, come il mio scatto furtivo l’ha “rubata”… 🙂

    Ivano nessuna polemica, ma stiamo diventatndo troppo tecnici. Ben venga, serve per crescere e per costruire la propria cultura e il proprio sapere fotografico… però il fatto di andare a trovare tutti gli aghi nel pagliaio della fotografia ci fa dimenticare di emozionarci prima di tutto…

  12. Cari tutti,
    la mia intenzione non era di scatenare polemiche (lungi da me). Ho voluto semplicemente sottolineare un aspetto che, ripeto a mio modo di vedere le cose, avrebbe reso più gradevole un’immagine di per sé molto comunicativa.
    D’accordissimo con te Giorgio che non bisogna fissarsi con la tecnica e che l’emotion conta tantissimo in una foto.
    Ma io non mi sento di far prevalere l’una sull’altra. Contano entrambe e , come dice saggiamente Gianni, tecnica ed emozione= foto da urlo. Esempi lampanti sono stati da te citati. Bresson, Capa, ma anche Adams, rappresentano il mondo fotografico pionieristico. Sono entrati negli annali della fotografia mondiale e rappresentano ancora oggi grandissimi esempi di tecnica e comunicazione fotografica. Non mi sento di aggiungere altro, Gianni è stato più che esaustivo. 🙂

  13. Caro Giorgio Caro Ivano
    Avete ragione entrambi con chiavi di lettura differenti 🙂

    1 La foto ha un errore tecnico evidente che l’occhio non può far finta di evitare. Inoltre è palesemente chiaro che non è un errore in fase di scatto ma in post produzione. Detto questo, a mio parere Ivano ha fatto un’osservazione pertinente, e naturalmente non poteva immaginare il perchè del lampione con bordi bianchi così evidenti ( cosa innaturale fotograficamente ).
    Appurato la pertinenza ( solo tecnica e non compositiva, rientra nel personale ) dell’intervento di Ivano ( l’avrei fatta anche io ) devo informarvi che la CAUSA del …. anzi dei ( entrambi ) i lampioni con bordi innaturali,
    è Mia e non di Giorgio 🙂
    Infatti Giorgio mi aveva fatto vedere una versione di questa Composizione, perfetta tecnicamente, senza alcun alone e traccia di post produzione. Come vedete anche ora, un foto bellissima a mio parere….. solo che un mio personale de gustibus avevo consigliato a Giorgio ( per l’altra versione ) di “provare” a dare maggior contrasto a cielo e mare….. qui entro io, spingendolo a modificare il file per poi ottenere questo risultato.
    Evidente che Giorgio ( poi mi dirà se vuole ) per poco tempo, stanchezza, distrazioni o quant’altro, non ha miscelato bene i due livelli di lavoro ( mare cielo + terra ) , o probabile anche che il software in suo uso non abbia eseguito bene il suo lavoro, causando questi evidentissimi errori.
    Concludendo, buona parte della colpa è mia.
    2 Nonostante l’errore ( che assolutamente non inficia in termini “emotion” ) il messaggio di questa stupenda composizione mi è arrivato completamente, e non solo a me, come ben leggo. Giorgio è testimone del mio primo commento alla sua foto, e rispecchia in pieno la vostra emozione, pari pari.
    Quindi Giorgio ha ragione in merito a tecnica ed emotion, possono tranquillamente coesistere errori tecnici e forte ” emotion” in una composizione.
    Pausa – come ben leggete avete ragione entrambi 😉
    3 Il mio punto di vista :
    *Io se posso nei miei limiti tecnici, sempre e dico sempre, ( anche in snapshot straveloci ) cerco di dare il massimo della precisione tecnica ad un momento colto, in quanto è assodato che – Un gran momento fotografico + una grande tecnica = Foto da urlo 🙂 e su questo non accetto replica, essendo l’Archè della Fotografia.
    Palese è, che ogni fotografo conosce i suoi limiti, se sò di non riuscire a settare al volo la fotocamera mentre colgo un momento “fotografico” importante, lascio perdere e dico ” io speriamo che me la cavi ” 🙂 e scatto così come è impostata la fotocamere.

    *Per i lampioni nitidi: assolutamente e con convinzione, se potevo ( attrezzature, tempi, movimenti del bimbo, e tutte le restanti condizioni di scatto che ben conosciamo ) avrei ” Sfocato ” tutto lo sfondo con un fantastico F/2.8 🙂 per concentrare la massima attenzione sul Bimbo ….. ma questo è de gustibus.

  14. gradevolissimo scatto Giorgio. Mi piace!

  15. La spensieratezza dell’ infanzia, qui brillantemente riportata, è il fulcro di questo scatto.
    Mi capita molto spesso di pensare (in maniera nostalgica) a quand’ero anche io in quella fase ma adesso, lasciando stare i soliti luoghi comuni, mi consolo vedendo le mie di bambine.
    Bella Gio.

  16. Caro Ivano grazie per la tua lettura tecnica. Ma permettimi una riflessione. Sarò controcorrente.

    Siamo troppo presi dalla tecnica.

    Io non so se quello che dici sia giusto no. Ti spiego. Partiamo dal punto principale : è uno scatto rubato. Credo che siamo diventati forse un pò troppo tecnici anche in materia di fotografia. Ok le regole e tutto, ma a volta l’emotion (come la chiama Gianni) è superiore alla tecnica. Forse per chi fa della fotografia una passione e un hobby senza lo scopo di lucro la tecnica ci deve essere, ma non deve essere ossessiva. Penso ai fotografi che avevano e scattavano con la loro analogica, ancor più ai maestri come Capa, Bresson, che con una 35mm hanno scritto pagine di storia. E noi con una reflex a scattare 20 volte uno stesso soggetto per poi cancellare gli scatti venuti male e poi ancora post produzione a palla per creare e modificare un momento fermato in un attmo.

    Non volermenne, non me ne vogliate, ma tutta questa tecnica è spesso una perdita di tempo, specie quando hai qcs di sfuggevole (come il bambino ritratto) per la quale non hai il tempo di pensare a iso, apertura, tempi, messa a fuoco, regole varie ecc.

  17. Ciao Giorgio, concordo che hai scritto: i bambini sono la luce del futuro :).
    Oltre alla scelta del colore su b&w che hai utilizzato appositamente per sottolineare il significato del frame, avrei preferito (mio modestissimo parere personale) tenere a fuoco anche il lampione di destra chiudendo di più il diaframma. Hai cercato per caso di aumentarne la nitidezza in post?? (vedo ad occhio un leggero rumore come dovuto ad aumento di nitidezza).
    Forse avrei fatto partire il bimbo (data la posizione del viso verso sinistra) dalla destra del frame, conferendo così maggiore dinamicità alla scena. Resta in ogni caso un mio modo di vedere la foto 🙂

Rispondi

Log in with Facebook




Forgot?
Registrati

My work Restaurant Alberto

Archivi

Iscriviti con mail

Newsletter

Facebook login by WP-FB-AutoConnect
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: