Ischia vista e raccontata da Ischitani

“A scavezzacollo sulla “Capo di Ferro””

Foto di Enzo Corbino

 

 

Brandelli sulfurei di sole
in cifra irrisoria
galleggiano
sulle pagine mare,
sillabe di sale e tempeste,
affilate in coperta
E quest’onda, come cuore
preso d’amore,
canta la sua lirica
in certe mattine
di luce
appena nominate

 Mya

 

Versi di Paola Casulli

Foto di Enzo Corbino

4 Commenti
  1. Allora ho visto bene! Giuste le mie parole “sillabe di sale e tempesta”…. Ahahahah.. 🙂

    certo che hai un sangue freddo e una velocità d’azione impressionante!

    🙂

  2. Si…e’ il mare di ischia il protagonista…ma soprattutto l’enorme esperienza, anche se di poche ore, su quella barca….tra decine di ragazzi…in gita di scuola…ed io a documentarne un servizio video..ma con l’immancabile macchina fotografica…pronta a gelare un momento.
    Scatto assolutamente non preparato tra le onde di quel giorno….onde che spinsero la guardia costiera a farci ritornare, a forza, verso il porto di ischia

  3. Questa, tra le tue fotografie, è quella che mi piace di più in assoluto! Lo sento il vento e la salsedine aggredirmi la pelle del viso. L’onda che avvolge il cuore e gli da tremori di emozioni profonde.
    dove ti trovavi? Intendo in che punto lontano dalla costa? Sempre il mare di Ischia?

    grazie!

  4. Leggere dei versi dedicati ad una mia foto….mi riempie di emozione…..sapendo che non e’ privilegio di tutti…..Grazie Paola 🙂

Rispondi

My work Restaurant Alberto

Archivi

Iscriviti con mail

Newsletter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: