Ischia vista e raccontata da Ischitani

Sunset on the rocks

Lo spettacolo di luci che offre il tramonto a Forio è sempre un’emozione, magari da catturare con una foto e poi condividere qui sul blog. Questo mio scatto risale a qualche giorno fa, insieme al maestro dell’ HDR Angelo Pesce, che come sempre è di ottima compagnia!! Anche se ci siamo presi una barca di freddo e di schizzi d’acqua, tra le migliaia 🙂 di foto scattate alla fine ti ritrovi con alcune che ti danno soddisfazione!!

 Di Admin – Mi permetto di aggiungere questa poetica emozione di Paola Casulli 

Io non vedo flare; messe a fuoco non so cosa vogliano dire; aprire i neri… poi… No, io sono ignorante. Io vedo i rosa, gli aranci, i violetti. Io parlo con il cuore. E il mio cuore mi dice che avverte un tremore, una leggera tachicardia che scompagina l’abituale ritmo cardiaco. E in questo respiro un po’ affannato mi domando dove abbia avuto origine l’intera vicenda degli dei, il prologo delicato della loro nascita, la stretta sapiente del loro potere sulle nostri menti, l’osare e il ricevere dell’uomo. E indugio in un grazie a queste pietre porose di sapere e conoscenza. Emergenti dalle onde, restano appoggiate lì: sedili per il mio spirito inquieto. E mi ritiro, appagata dal coraggio di chi le ha “dipinte” per me, per noi, per quanti possano ancora credere in un eden nascosto.

Grazie
P.

10 Commenti
  1. Paola Casulli
    non smetti mai di emozionare 🙂 Grazie

  2. Io non vedo flare; messe a fuoco non so cosa vogliano dire; aprire i neri… poi… No, io sono ignorante. Io vedo i rosa, gli aranci, i violetti. Io parlo con il cuore. E il mio cuore mi dice che avverte un tremore, una leggera tachicardia che scompagina l’abituale ritmo cardiaco. E in questo respiro un po’ affannato mi domando dove abbia avuto origine l’intera vicenda degli dei, il prologo delicato della loro nascita, la stretta sapiente del loro potere sulle nostri menti, l’osare e il ricevere dell’uomo. E indugio in un grazie a queste pietre porose di sapere e conoscenza. Emergenti dalle onde, restano appoggiate lì: sedili per il mio spirito inquieto. E mi ritiro, appagata dal coraggio di chi le ha “dipinte” per me, per noi, per quanti possano ancora credere in un eden nascosto.

    Grazie
    P.

  3. @ Giorgio –
    anche le tue splendide composizioni.

    Sono osservazione sceme, in quanto non inficiano un autorevole lavoro come questo tuo.. Tantissime volte anche io per stanchezza, saturazione dei miei occhi al monitor, fretta e altro, ho fatto molte più distrazioni di te 😉
    Complimenti Ancora

  4. @Gino grazie sempre dei tuoi apprezzamenti!!

    @Gianni come sempre le tue letture sono impeccabili!! Grazie 🙂

  5. @Giorgio
    Come sempre non deludi, ci hai donato una composizione accattivante e intensa, di certa finezza. Un’atmosfera quasi surreale tra il magico e il drammatico, dato dai toni del tramonto sul cielo.
    Molto belli i cromatismi e la luce ottimamente esposta. Il punto di ripresa è molto bello ed hai disposto le rocce nel frame in maniera armonica.
    Concordo con chi mi ha preceduto, e aggiungo la mie personale pignoleria 🙂
    avrei aperto un filino i neri, ma quisquiglie
    Nulla inficia l’emotion

    Bravo e complimenti
    😉

  6. Bella Giorgio!

  7. Grazie ragazzi!! Anche della pignoleria!!

  8. Grande Giorgio, bellissima composizione !! Stupende le luci del tramonto di Forio. Grandi cromatismi. Avrei, giusto per fare il sincero rompiscatole, 😀 solo rimosso il flare sulla roccia a destra e tenuto a fuoco anche la roccia in fondo, mantenendo tutto a fuoco, Nulla toglie alla composizione. Complimenti !!

  9. è sempre un piacere, ed il piacere viene ripagato guardando queste immagini sublimi che solo tu sai catturare cosi!!! Grande

Rispondi

My work Restaurant Alberto

Archivi

Iscriviti con mail

Newsletter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: