Ischia vista e raccontata da Ischitani

When the night comes…

Foto di Giorgio Di Iorio

Tramonto Santangiolese (se così posso definirlo), serata limpida e fredda, senza nuvole evidenti che in questi giorni hanno caratterizzato il calar del sole, offrendo tonalità di rosso, rosa e arancione che andavano a fondersi nell’ora blu. Mi verrebbe da dire “ho visto fotografi che voi umani non avete mai visto… tutt’ insieme”. In queste giornate spuntavano ovunque, pronti a catturare colori ed emozioni. In certi momenti ho visto invasioni di treppiedi e attrezzature varie e tutti a cogliere l’attimo giusto. Bene, io invece stasera mi sono ritrovato solo con la mia fotocamera, il mare dei Maronti e il tramonto (che anche senza nuvole emoziona sia chiaro!!). E su questo scatto ho deciso la conversione in bn, ottenendo secondo i miei gusti un piacevole risultato. Con la speranza che piaccia anche ai lettori del blog!!

Giorgio

4 Commenti
  1. When the night comes… sembra l’inizio di una qualche favola. Un suono che ondeggia come volesse seguire il mare e aspettare qualche Ondina emergere dal silenzio e dall’indaco chiaro della sera… When the night comes… una favola celtica, di oceani e brusii che chiudono segreti di segreti patteggiamenti… un fremito di chiaroveggenza, un destino in bilico su tutto il dolore e il vuoto che qui diventa semplicemente pace.

    Grazie
    P.

  2. Micromosso, hai ragione!!

  3. Hai pienamente ragione, da parte mia in questi periodi è stato divertente e piacevole vedere tanti fotografi presi come me a catturare le splendide luci invernali di Ischia. Strepitose tonalità che solo il periodo invernale ci regala.

    La tua interpretazione “santangiolese” la trovo affascinante ed elegante, motivata dal taglio verticale dove l’occhio mi viene trasportato da un gradevole alternarsi di toni chiari e scuri, veramente piacevole e fine. Come la solito il tuo occhio compositivo da ” maestro” non sbaglia mai.

    Ma …..

    al mio monitor noto una no perfetta messa a fuoco, o più probabile micro mosso dovuto al precario supporto della sabbia ???
    ma ……..
    nulla toglie all’emotion. Complimenti per la raffinatezza

Rispondi

Log in with Facebook




Forgot?
Registrati

My work Restaurant Alberto

Archivi

Iscriviti con mail

Newsletter

Facebook login by WP-FB-AutoConnect
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: