Ischia vista e raccontata da Ischitani

Incontro Blog al Ristorante La Vigna di Alberto

Primo incontro del nostro Blog 9 Dicembre 2010 al Ristorante ” La Vigna di Alberto “

Foto di Giovanni Mattera – una sala del Ristorante La Vigna di Alberto

Ristorante ” La Vigna di Alberto ”

– Via G. Garibaldi, 57  – località Fiaiano Barano d’Ischia – Telefono 081.901193 Mobile 333.9680970

Autori e partecipantiGennaro MuscarielloGino Di MeglioIvano Di MeglioGiovanni Mattera

 

Foto di Gianni Mattera – Ivano, Gennaro e Gino

Giovanni Mattera

Una splendida serata all’insegna del buon cibo e del buon bere, con interessantissimi discussioni sulla fotografia e tecnica fotografica ( Grazie a Gino ).  Spero vivamente di ripeterlo, anche se eravamo in quattro è stato veramente bello incontrarci. Grazie della partecipazione. Colpa mia se è passato tanto tempo per la pubblicazione, mi scuso con Gino, Ivano e Gennaro.

Gino Di Meglio

La cucina di Ciccio della “Vigna di Alberto” affonda le sue radici nelle tradizioni e riecheggia di aromi, odori e sapori che vengono dal passato. In particolare le paste e patate e paste e fagioli restano a mio avviso piatti inimitabili e non vi nascondo che spesso decido di trascorrere qualche ora al ristorante di Ciccio, proprio per riassaggiare quei sapori della cucina di casa, quella delle nostre madri per intenderci. Non disdegno la “nouvelle cousine”, anzi ammiro ed apprezzo le sperimentazioni e la fantasia, ma, che volete, sono

Polipo e patate – Foto di Gianni Mattera

romanticamente “attaccato” a quei sapori che Ciccio sapientemente sa esaltare. La sera del primo incontro Ciccio ha preparato un menù di tutto rispetto, nel solco della nostra cucina del periodo invernale: antipasti di terra, risotto a funghi e grigliate di carne. Piatti semplici ma gustosi. L’atmosfera che si respira nel ristorante è magica ed evocativa; credo sia rimasto uno dei pochi posti sull’isola dove ancora “senti” ed “ascolti” le voci del luogo. Una antica cantina con un vasto giardino decorato ed arrichito da antiche presenze, come i boccacci di papacelle e le spaselle per essiccare i fichi. L’atmosfera spero di averla resa nella fotografia che ho scattato in occasione della cena. Quando ho degli ospiti della terraferma scelgo sempre di portali a cena da Ciccio, ed ho sempre raccolto commenti entusiasti sia per la cucina che per il locale.

Esterna – Foto di Gennaro Muscariello

Gennaro Muscariello

Splendida serata, passata con persone piacevoli e molto interessanti, anche se ad un certo punto non sono riuscito più a seguire il discorso (causa stanchezza) non per altro. Abbiamo discusso vari argomenti molto intriganti, in particolare a riguardo l’esposizione, cosa che vorrei riprendere al più presto. Per la parte enogastronomica sono soddisfatto, quello che mi ha colpito di più sono stati gli antipasti, cosa che ho gradito molto, piacevole  la varietà dei piatti e dei colori che si mixavano tra di loro.

Ivano Di Meglio

Interessantissima cena tra appassionati di fotografia, per dire la mia sul locale (La vigna di alberto).

Locale rustico, molto particolare. Appena entrati colpisce sicuramente l’ambiente che ricorda le tradizioni contadine isolane.

Le Botti – Foto di Giovanni Mattera

Ci si imbatte così in aratri, trecce d’aglio, cesti e cestini probabilmente realizzati dalle sapienti mani di qualche artigiano isolano, ma anche attrezzi purtroppo diventati “d’epoca” che possono provocare numerosi flashback a chi, a differenza mia, ha memoria storica. Dopo le “foto di rito” 😀 nello spazio ben adornato antistante l’ingresso del locale, si entra e

si viene accolti ai tavoli per consumare una cena a lume di candele. Un vero e proprio salto nel passato, un mix di ristorazione e tradizione con un’atmosfera pacata ed adeguata ad un confronto tra giovani leve della fotografia ed eruditi.

Servizio rapido. Buoni gli antipasti vari: carciofi, fritture e polipo con le patate.

Quanto ai primi: ricordo a te

Lezioni di Gino

Gianni e agli altri non presenti (che vi siete persi) che, tranne l’Avv. Gino Di Meglio, abbiamo ordinato non la porzione intera, bensì una serie di “assaggi”. Ottima davvero la pasta e patate con la provola. Non da meno il risotto con i funghi. Secondo piatto carne mista alla griglia: ben cotta e saporita. Da mangiare rigorosamente con il saporitissimo pane di Boccia ( non si bada a formalismi da galateo, è ammessa la scarpetta 😉 ) . Buono anche il vino rosso, doveroso accompagnatore di piatti prelibati. Chiederei a te Gianni, attento conoscitore della cultura vinicola (e non solo) Ischitana, un parere tecnico su di esso. L’unica nota riguarda il tiramisù, lo considero personalmente non all’altezza di una serata “dai toni alti”.

Nel complesso è stata un’esperienza per me moto istruttiva e interessante. Molto bello scambiarsi consigli e venire a conoscenza delle più svariate tecniche fotografiche, sia nell’analogico sia nel digitale. Da ripetere sicuramente, magari a tavola allargata, sperando nella presenza più nutrita dei frequentatori e collaboratori del blog.

Altre foto della splendida serata

Interni del Ristorante La Vigna di Alberto

Foto di Giovanni Mattera – Ristorante ” La Vigna di Alberto “

Foto di Giovanni Mattera – Ristorante ” La Vigna di Alberto “

Foto di Giovanni Mattera – Ristorante ” La Vigna di Alberto “

Esterni del Ristorante La Vigna di Alberto

 

Foto di Giovanni Mattera – Ristorante ” La Vigna di Alberto “

Foto di Gennaro Muscariello – Gino Di Meglio in azione

Foto di Giovanni Mattera – Ivano Di Meglio e Gennaro Muscariello

Foto di Gennaro Muscariello

Foto di Giovanni Mattera – Gennaro Muscariello e Ivano Di Meglio

Alcuni piatti del Ristorante La Vigna di Alberto

Calzoni ricotta e salame – foto di Giovanni Mattera

Risotto ai funghi – foto di Giovanni Mattera

Pasta e patate con la provola – Foto di Giovanni Mattera

 

Il Patron e Chef Ciccio – Foto di Giovanni Mattera

Ristorante ” La Vigna di Alberto ”

– Via G. Garibaldi, 57  – località Fiaiano Barano d’Ischia – Telefono 081.901193 Mobile 333.9680970

 

 

 

Ristoranti a Ischia – Barano

30 Commenti
  1. Il risotto ai funghi è buonissimo.

  2. @ Gino Grazie della tua presenza. Condivido in pieno il tuo pensiero.
    Confermo quanto dici su Ciccio, essendoci nato e vissuto in questa cantina, le modifiche apportate sono il minimo per rispettare le norme di legge sulla somministrazione bevande alimenti.
    Per fortuna è una reale testimonianza di Antiche abitudini e tradizioni Ischitane.

    Grazie Gino

  3. Stupendo il luogo…ottime le foto….insuperabile il fotografo….!!!! D’altronde il luogo e’ da ricordi di una Ischia che non c’è più !!!!! Grazie Ciccio per averci conservato qualcosa di bello!!!!

  4. Complimenti per le foto! I colori e le luci sono estremamente morbide e avvolgenti… unite ai soggetti delle fotografie, il risultato è inaspettato. Sembra quasi di sentire il calore e l’aroma delle pietanze…
    bellissime 🙂

  5. Queste foto sono davvero favolose.
    Le luci, gli ambienti… mi piacciono tantissimo. Chi guarda non può restare indifferente!
    e le pietanze sembrano assolutamente deliziose (che acquolina!!)

  6. bellissime foto….

  7. Ciao Umberto e Tonino
    sulla prima foto non avrei potuto far meglio, in quanto la stanzetta era molto piccola, ed ero costretto degli spazi obligati, inoltre ho contrastato a limite ( nota le alte luci un filo bruciate) per dare maggiore ” profondità”. Sul rumore digitale al mio monitor non risulta, invece c’è sull’ultima foto, della pasta e patate, ma parliamo di Iso 4000 e pochissima luce.
    Grazie del commento 😉
    Buon Anno

  8. la prima foto manca un pò di profondità e c’è molto rumore digitale…
    umberto e tonino criaturo

  9. @ Salvatore – Grazie Buon Anno anche a te. Spero che alla prossima, ci sei anche tu.

  10. Ciao Gennaro
    Grazie a te per aver partecipato, sono veramente contento della serata e dei vostri contributi.
    Dobbiamo ripetere l’incontro, anche se di nuovo in quattro 😉

    Gennaro devo farti i complimenti, proprio per la foto che tu hai citato.
    Tecnicamente lodevole non c’è un punto da migliorare a mio modesto parere. Dettagli ottimi come anche il contrasto, esposizione perfetta. cromatismi molto equilibrati e naturali. Piacevole compositivamente, ma il bonus và al polso piegato, in quanto Gino stava in posa B, e controllava il tempo per chiudere l’otturatore.
    Bellissima
    Buon Anno

  11. mi piace la foto dell’avvocato . ma non perchè è bella ma ho colto l’attimo in cui lui dava il tempo alla sua pellicola quella che poi è diventata quella splendida foto di cui tutti abbiamo apprezzato maggiormente i dettagli…………………..

  12. Gianni grazie del lavoro svolto anche per noi le foto mi piacciono e sono molto contento della serata…………

  13. Nemmeno io sono mai stato alla Vigna di Alberto e dalle vostre foto sembra veramente un posto affascinante come altrettanto sono i piatti. Buon anno a tutti!

  14. Grazie 🙂
    @Umberto- si Ivano ha ragione tutte le foto dei piatti e quelle che ritraggono i miei colleghi, sono fatte ad Iso 4000 e 5000. Confermo che erano i primi test ad alti Iso, ma non li definisco test in quanto non mi piace il flash, e ho scelto la Eos 7D proprio per l’ottima resa ad alti iso 🙂

    l’ultima che vedi più sgranata è la stanchezza nel lavorarla prima della pubblicazione 😉

    Buon Anno ragazzi 🙂

    ps: l’incontro è assolutamente da ripetere

  15. Ottimo lavoro Gianni!

  16. Ciao Umberto, si il locale è molto bello !!!
    Le foto sono state scattate dalla 7D di Gianni, in condizione di scarsissima luce ( lume candela) ad un iso molto elevato ( se nn sbaglio 5000). Evitato il flash , ma il rumore digitale a quegli iso è inevitabile. Comunque, Gianni poi me lo confermerà, voleva anche essere un test sul rumore digitale, per vedere come lavora la nuova macchina ad alti iso!!!
    E devo dire che proprio non c’è male 😀

  17. Spettacolari queste foto della Vigna d’Alberto non ci sono mai stato ma mi sa che ci andrò, le foto mi piacciono però l’ultima è un po sgranata come mai?

Rispondi

My work Restaurant Alberto

Archivi

Iscriviti con mail

Newsletter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: